News

Il lockdown ha fatto impazzire le persone normali, e in compenso ha calmato i folli". Il reportage di Carrère dal reparto di psichiatria infantile - Il Punto | la newsletter del Corriere della Sera

Obs

"Il lockdown ha fatto impazzire le persone normali, e in compenso ha calmato i folli".

Il reportage di Carrère dal reparto di psichiatria infantile editorialista Stefano Montefiori «Il reparto di psichiatria infantile dell'ospedale della Pitié-Salpêtrière è il più importante di Francia, assieme a quello dell'ospedale Robert-Debré. In generale, tutto alla Pitié è il più grande qualcosa: è il più grande complesso ospedaliero d'Europa, anche il suo obitorio è il più grande d’Europa». È qui che Emmanuel Carrère racconta di avere trascorso una decina di giorni, intorno a Natale, per scrivere un reportage per l’Obs sui disturbi psichiatrici dei bambini e degli adolescenti al tempo del Covid, «perché qualsiasi argomento si affronti oggi, lo si tratta a partire dal Covid». Lo scrittore dell'Avversario, di Limonov e del Regno ha parlato della sua depressione e del ricovero in ospedale psichiatrico in Yoga, l'ultimo libro, non ancora uscito in Italia, accompagnato da grande successo in Francia e anche da non poche polemiche dopo la protesta della ex moglie Hélène Devynck. Se in Yoga Carrère parla del suo disturbo bipolare, nel reportage «Les enfants de la Pitié» pubblicato dal settimanale, lo scrittore francese racconta le malattie mentali di alcuni ragazzini. Augustin, 17 anni, durante il lockdown si è chiuso in camera sua e non ha più voluto parlare ai suoi famigliari. Finché un giorno la madre ha insistito, ha voluto entrare in camera e Augustin l'ha picchiata insultandola: se la sorella minore non fosse intervenuta l'avrebbe uccisa. Ora Augustin è ricoverato alla Pitié, e «quando i medici gli chiedono come si sente per l'anno nuovo e se è certo di non rifare quello che ha fatto, risponde con calma che no, non è certo: spera di non rifarlo, forse non lo rifarà, ma forse invece sì; non può saperlo. Questa lucidità non rassicura ovviamente né sua madre, né suo padre, né la nuova compagna del padre, che minaccia di lasciarlo piuttosto che abitare sotto lo stesso tetto di suo figlio folle». I medici hanno detto a Carrère che, in linea di massima, «il lockdown ha fatto impazzire le persone normali, e in compenso ha piuttosto calmato i folli». Il senso del racconto, e il motivo del suo interesse, lo spiega la dottoressa Alice Oppetit, giovane psichiatra che dirige il reparto: «Si considera spesso la psichiatria infantile come una branca della psichiatria che è a sua volta una branca della medicina, ma per me, è il contrario: è la psichiatria infantile a trovarsi in cima all’imbuto, è lì che tutto comincia». In altre parole, dice Carrère, «il bambino è il padre dell’uomo».



Nei luoghi chiusi i due metri di distanza non bastano a evitare il contagio. Ma mascherine e ventilazione servono - Guardian, Giornale degli Ingegneri - Il Punto | la newsletter del Corriere della Sera

Guardian, Giornale degli Ingegneri

Nei luoghi chiusi i due metri di distanza non bastano a evitare il contagio. Ma mascherine e ventilazione servono

editorialista Elena Tebano

Quando un anno fa il Covid ha iniziato a diffondersi nessuno sapeva niente della malattia né del virus che la provoca. All'inizio gli scienziati, basandosi su quanto era noto sui precedenti coronavirus che hanno fatto il «salto si specie», hanno pensato che il Sars-Cov-2 si propagasse attraverso gli ormai famigerati "droplet", le goccioline di saliva emesse tossendo o starnutendo, urlando, cantando. I primi consigli anti-infezione si basavano su questo assunto, compresa l’idea che bastasse stare a due metri di distanza dagli altri per evitare il contagio, visto che le goccioline infette, che sono relativamente pesanti, cadono a terra e non riescono a superare questa distanza. Col tempo la conoscenza del virus si è approfondita: oggi sappiamo che si diffonde non solo con le goccioline di saliva, ma anche grazie all'aerosol emesso quando parliamo o emettiamo fiato, cioè alle particelle disperse in un gas, in questo caso l'aria, che essendo infinitamente più leggere rimangono sospese a lungo, possono accumularsi e, negli ambienti chiusi, viaggiare per tutta la stanza. Significa che stare a due metri di distanza, al chiuso, non basta. Purtroppo però, soprattutto in Italia, c'è stato un problema di comunicazione sull’epidemia, e questi «aggiornamenti» non sono mai davvero passati (nonostante studi come quello del Bambin Gesù sulle sale d'aspetto dei pronto soccorso): moltissime persone continuano a pensare che, anche al chiuso, basti mantenere una distanza di due metri per non rischiare il contagio. Non è così (all'aperto è diverso, e fortunatamente molto più sicuro, perché lì l'aerosol si disperde). Adesso un team di scienziati dell'Università di Cambridge che si occupa di meccanica dei fluidi ha studiato come si muove l'aerosol infetto, per capire meglio quali misure precauzionali siano necessarie a impedire il contagio. «I loro risultati suggeriscono che bastano un paio di secondi per far viaggiare le particelle espulse più in là di due metri» riporta il Guardian. I ricercatori hanno calcolato il rischio di infezione sulla base della carica virale degli individui affetti da Covid e della dose stimata necessaria per contagiare un altro individuo e «hanno concluso che non è sicuro stare senza mascherina a due metri di distanza da una persona infetta che parla o tossisce». Per questo pub, ristoranti e palestre sono luoghi particolarmente a rischio. «Un'ora dopo che una persona infetta ha parlato per 30 secondi l'aerosol totale rimasto contiene molta più massa virale che dopo un colpo di tosse. In piccoli spazi e senza ventilazione questo potrebbe essere sufficiente a contrarre il Covid», scrive ancora il quotidiano britannico. L'analisi è stata pubblicata sulla rivista scientifica Proceedings of the Royal Society A. «Parlare produce particelle molto più fini [della tosse, ndr] e queste particelle, o aerosol, possono rimanere sospese per oltre un’ora in quantità sufficiente a causare la malattia» dice il professor Pedro Magalhães de Oliveira, uno degli autori dello studio. Per evitare i contagi al chiuso dunque serve di più che stare a due metri di distanza. «C'è bisogno di mascherine, c'è bisogno di allontanarsi e di una buona ventilazione in modo che queste particelle non si accumulino in uno spazio interno e che vengano rimosse in modo sicuro» spiega De Oliveira. I ricercatori hanno anche costruito un simulatore che calcola la probabilità di contagio in base alle condizioni della stanza (grandezza, persone positive presenti, ventilazione): si chiama Airborne e lo trovate qui. «Secondo questo strumento, passare un'ora in un negozio di 250 metri quadri, supponendo che abbia una capacità massima di 50 persone e una ventilazione come quella degli uffici, fa sì che un individuo abbia circa l'8% di probabilità di essere infettato dal coronavirus, se ci sono cinque persone infette nel negozio e nessuno indossa una mascherina - scrive il Guardian -. Se la ventilazione viene migliorata in modo che l'aria venga rinnovata cinque volte all'ora anziché tre volte, questo rischio può essere ridotto a meno del 2%; un calo simile può essere ottenuto se tutti indossano mascherine facciali a tre strati». Le mascherine dunque sono fondamentali per evitare il propagarsi dell'aerosol infetto. L'altro elemento importante è ventilare i locali in modo da permettere il ricambio d'aria. Un gruppo di ingegneri italiani, insieme all'istituto nazionale di Astrofisica, ha calcolato che, anche in caso di impianti che riciclano l'aria interna, si può ridurre il rischio contagio con un accorgimento a basso costo: l'inserimento di lampade sterilizzanti a ultravioletti nelle condotte di areazione (qui l’analisi pubblicata sul Giornale degli ingegneri). Le soluzioni possono dunque essere di diverso tipo, ma di sicuro al chiuso - per esempio nelle scuole - il semplice distanziamento non basta.





Bimbi annegati da Aprile: una strage silenziosa (che l’Oms chiede all’Italia di azzerare) - Corriere della Sera - Cronache - 14 Luglio 2020

SCARICA IL FILE ALLEGATO



LE ASSEMBLEE IN CONDOMINIO IN VIDEOCONFERENZA NON SONO ANCORA PREVISTE DAL CODICE CIVILE




L'attuale quadro normativo non prevede la sospensione dei servizi in condominio - ANACI

SCARICA IL FILE ALLEGATO



EMERGENZA COVID-19 - ANACI - DISPOSIZIONI ALL'INTERNO DEI CONDOMINI




Coronavirus: in Lombardia sospese anche le assemblee di condominio

Fonte BresciaToday del 22.02.2020

Regione Lombardia 

http://www.bresciatoday.it/cronaca/coronavirus-scuole-chiuse.html

 

https://m.facebook.com/story.php?story_fbid=1246811425515053&id=249111118618427&refid=17&_ft_=mf_story_key.3678685885505458%3Atop_level_post_id.3678685885505458%3Atl_objid.3678685885505458%3Acontent_owner_id_new.1353460811361322%3Aoriginal_content_id.1246811425515053%3Aoriginal_content_owner_id.249111118618427%3Athrowback_story_fbid.3678685885505458%3Apage_id.1353460811361322%3Astory_location.4%3Apage_insights.%7B%221353460811361322%22%3A%7B%22page_id%22%3A1353460811361322%2C%22actor_id%22%3A1353460811361322%2C%22dm%22%3A%7B%22isShare%22%3A1%2C%22originalPostOwnerID%22%3A1246811425515053%7D%2C%22psn%22%3A%22EntStatusCreationStory%22%2C%22post_context%22%3A%7B%22object_fbtype%22%3A266%2C%22publish_time%22%3A1582472325%2C%22story_name%22%3A%22EntStatusCreationStory%22%2C%22story_fbid%22%3A%5B3678685885505458%5D%7D%2C%22role%22%3A1%2C%22sl%22%3A4%2C%22targets%22%3A%5B%7B%22actor_id%22%3A1353460811361322%2C%22page_id%22%3A1353460811361322%2C%22post_id%22%3A3678685885505458%2C%22role%22%3A1%2C%22share_id%22%3A1246811425515053%7D%5D%7D%2C%22249111118618427%22%3A%7B%22page_id%22%3A249111118618427%2C%22actor_id%22%3A1353460811361322%2C%22attached_story%22%3A%7B%22page_id%22%3A249111118618427%2C%22actor_id%22%3A249111118618427%2C%22dm%22%3A%7B%22isShare%22%3A0%2C%22originalPostOwnerID%22%3A0%7D%2C%22psn%22%3A%22EntStatusCreationStory%22%2C%22post_context%22%3A%7B%22object_fbtype%22%3A266%2C%22publish_time%22%3A1582470997%2C%22story_name%22%3A%22EntStatusCreationStory%22%2C%22story_fbid%22%3A%5B1246811425515053%5D%7D%2C%22role%22%3A1%2C%22sl%22%3A4%7D%2C%22dm%22%3A%7B%22isShare%22%3A0%2C%22originalPostOwnerID%22%3A0%7D%2C%22psn%22%3A%22EntStatusCreationStory%22%2C%22role%22%3A1%2C%22sl%22%3A4%2C%22targets%22%3A%5B%7B%22actor_id%22%3A1353460811361322%2C%22page_id%22%3A249111118618427%2C%22post_id%22%3A1246811425515053%2C%22role%22%3A1%2C%22share_id%22%3A0%7D%5D%7D%7D%3Athid.1353460811361322%3A306061129499414%3A2%3A0%3A1583049599%3A-8368543677077449574&__tn__=%2AsH-R












Verde di qualità in condominio: a Perugia firmato accordo storico tra ANACI e Assofloro

SCARICA IL FILE ALLEGATO


Il disturbatore dell’assemblea condominiale si prende un «Daspo» - Il Sole 24 Ore - Dott. Giulio Benedetti

SCARICA IL FILE ALLEGATO




RIQUALIFICAZIONE DEI CENTRI STORICI: MISSIONE POSSIBILE

ANACI IN PRIMA LINEA PER SUPPORTARE LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE E LA CITTADINANZA PER L'OTTENIMENTO DEI BONUS FISCALI.

CON LA PARTECIPAZIONE ED IL CONTRIBUTO ECCEZIONALE DEL PROF. VITTORIO SGARBI

 

https://www.anaci.it/brescia/index.aspx

https://www.facebook.com/events/334764884032788/

 

Registrazioni su https://www.eventbrite.it/e/biglietti-riqualificazione-dei-centri-storici-missione-possibile-54921729371?aff=ebdssbdestsearch#tickets

 

 Locandina in costante aggiornamento

 






Legge di Bilancio 2019: prorogato il Bonus verde

Un grande risultato per la Filiera del Florovivaismo Italiano ma soprattutto per la salute di tutti!

ANACI ci ha creduto e continua a supportare le iniziative volte a diffondere la cultura del verde.

https://m.facebook.com/notes/assofloro-lombardia/legge-di-bilancio-2019-prorogato-il-bonus-verde/454368024971233/?refid=17&_ft_=qid.168027071%3Amf_story_key.2388203774553682%3Atop_level_post_id.2388203774553682%3Atl_objid.2388203774553682%3Acontent_owner_id_new.1353460811361322%3Aoriginal_content_id.454368024971233%3Athrowback_story_fbid.2388203774553682%3Apage_id.1353460811361322%3Aphoto_id.454368951637807%3Apage_insights.%7B"1353460811361322"%3A%7B"role"%3A1%2C"page_id"%3A1353460811361322%2C"post_context"%3A%7B"story_fbid"%3A2388203774553682%2C"publish_time"%3A1539727616%2C"story_name"%3A"EntStatusCreationStory"%2C"object_fbtype"%3A266%7D%2C"actor_id"%3A1353460811361322%2C"psn"%3A"EntStatusCreationStory"%2C"sl"%3A4%2C"dm"%3A%7B"isShare"%3A1%2C"originalPostOwnerID"%3A454368024971233%7D%2C"targets"%3A%5B%7B"page_id"%3A1353460811361322%2C"actor_id"%3A1353460811361322%2C"role"%3A1%2C"post_id"%3A2388203774553682%2C"share_id"%3A454368024971233%7D%5D%7D%2C"295209874220383"%3A%7B"page_id"%3A295209874220383%2C"role"%3A1%2C"actor_id"%3A1353460811361322%2C"psn"%3A"EntStatusCreationStory"%2C"attached_story"%3A%7B"role"%3A1%2C"page_id"%3A295209874220383%2C"post_context"%3A%7B"story_fbid"%3A454368024971233%2C"publish_time"%3A1539711627%2C"story_name"%3A"EntNoteCreationStory"%2C"object_fbtype"%3A16%7D%2C"actor_id"%3A295209874220383%2C"psn"%3A"EntNoteCreationStory"%2C"sl"%3A4%2C"dm"%3A%7B"isShare"%3A0%2C"originalPostOwnerID"%3A0%7D%7D%2C"sl"%3A4%2C"dm"%3A%7B"isShare"%3A0%2C"originalPostOwnerID"%3A0%7D%2C"targets"%3A%5B%7B"page_id"%3A295209874220383%2C"actor_id"%3A1353460811361322%2C"role"%3A1%2C"post_id"%3A454368024971233%2C"share_id"%3A0%7D%5D%7D%7D%3Athid.1353460811361322%3A306061129499414%3A2%3A0%3A1541055599%3A-8741353302026824910&__tn__=HH-R





Questura di Brescia vicina agli interessi del condominio! Bresciaoggi 7.7.18

SABATO 07 LUGLIO 2018

  

IL PROVVEDIMENTO. Tra i casi di stalking, anche quelli che riguardano questioni di vicinato

Ammonimenti condominiali per calmare i «vicini terribili»

Vengono emessi dal Questore e rappresentano l'ultimo avvertimento prima della denuncia Quattro quelli emessi nel Bresciano da gennaio

MARIO PARI

Tra la fantozziana, rissosissima riunione condominiale e l'azione penale c'è il cartellino giallo del questore. È l'ammonimento per stalking che da anni è ampiamente collaudato quando si tratta di mettere un freno a comportamenti persecutori in materia di maltrattamenti in famiglia o per motivazioni classificate come sentimentali. E, dati alla mano, dall'inizio del 2018 ad oggi, sui 28 provvedimenti di ammonimento del Questore ben 22 sono stati emessi per porre fine a casi di stalking riconducibile a motivazioni sentimentali. In altri due casi si tratta di maltrattamenti in famiglia. Ma ci sono poi altri quattro casi e sono quelli originati da questioni condominiali o di vicinato. LA NOVITÀ quindi non è certo rappresentata dal fatto che tra condomini o vicini di casa si litighi. Succede da sempre. Ora però c'è uno strumento per porre fine ai comportamenti persecutori o fare in modo che chi li pone in essere si renda conto che le responsabilità possono essere anche molto pesanti. I casi in cui il questore Vincenzo Ciarambino ha proceduto con l'ammonimento per questioni condominiali sono stati quattro solo nel 2018. Non esiste una fattispecie, rientra tutto in quella dello stalking. Ma si tratta di un'evoluzione in materia di contrasto alle liti di vicinato, liti in cui talvolta non manca il ricorso ad atti persecutori. È il caso di un 40enne che vive in provincia di Brescia. Si tratta di uno dei quattro ammoniti dal questore per stalking condominiale attuato, con una creatività che non è passata inosservata. Al punto d'essere documentata, in un caso, con un filmato. L'ammonito in questione, per esempio, fischiettava. E questo sarebbe avvenuto in modo particolarmente rumoroso, lungo le scale condominiali. Ma da fischio persecutorio il 40enne sarebbe passato anche alla guerra chimica e batteriologica. Segni anche olfattivamente percepibili del passaggio del proprio cane sarebbero stati lasciati dall'ammonito sugli zerbini dei condomini. Poi, il diserbante riservato a una siepe e al prato dei vicini. Siepe che appariva letteralmente bruciata nonostante funzionasse a pieno ritmo l'impianto d'irrigazione. Così è scattato una sorta di servizio di vigilanza improvvisato, con tanto di telefonino per filmare. E nelle immagini, catturate riprendendo dagli spioncini, era emerso il comportamento del 40enne che spruzzava un liquido sull'erba. Le analisi di laboratorio avevano poi confermato che si trattava di un avvelenamento. Ci sono stati richiami, ma non sono serviti a indurre a desistere il 40enne. Quindi gli accertamenti della Divisione Anticrimine della Questura e l'ammonimento del Questore. © RIPRODUZIONE RISERVATA




Condominio 7 Stelle: un nuovo sistema di classificazione e gestione degli edifici

Un sistema gestionale all'avanguardia sia per l'ordinaria e straordinaria amministrazione sia per classificare tutti gli immobili fotografandone lo stato attuale. Uno strumento utile complementare al Fascicolo del fabbricato e che creerà sicuramente competizione con il fine di migliorare la sicurezza e la vivibilità all'interno dei condomini. Una classificazione di immediata comprensione per scegliere dove andare a vivere!

Anaci Brescia si dimostra sempre lungimirante nel cogliere novità di grande interesse per gli Associati ma anche per i loro affezionati clienti. 











Tiene banco il Bonus Verde al XVI Forum dell'agricoltura e dell'alimentazione svoltosi ieri ed oggi a Cernobbio

La desenzanese Nada Forbici in prima linea con il Ministro Martina e con l'On. Realacci.

Oggi intervistata su Repubblica. "Il verde non è solo arredo urbano", il più delle volte marginalmente appaltato dalle pubbliche amministrazioni ad inesperti (ndr), "protegge la salute"!

 

La cura deve essere affidata a professionisti del settore anche per salvaguardare l'incolumità pubblica. Ogni pianta è una miccia inespolsa pronta a colpire in qualsiasi situazione meteorologica. 

Anaci al fianco della Filiera Florovivaistica Italiana pronta ad esaminare e contribuire alla formazione del testo da inserire nella prossima Legge di Bilancio.

https://m.facebook.com/story.php?story_fbid=301076263633744&id=295209874220383&__tn__=*s*s-R

SCARICA IL FILE ALLEGATO



"G" COME GIARDINI - BONUS VERDE ORA UNA REALTA'! ANACI IN PRIMA LINEA

Come per il fabbricato, dal 2018, si potrà beneficiare del bonus per le aree verdi di pertinenza. Rifacimento di giardini, potature straordinarie, impianti di irrigazione, perizie e progettazioni, e tanto altro ancora per il portafoglio dei cittadini ma, soprattutto, per la salute. 

Grazie alla sinergia tra la Filiera Florovivaistica Italiana, rappresentata da Nada Forbici ed Anaci, con il Presidente Nazionale Francesco Burrelli, alla reale concertazione con le trasversali parti politiche (On. Bernardo, On. Fanucci, On. Tentori, Sen. Susta e Sen. Realacci) ed i Ministeri è stato ottenuto, dopo un percorso durato quasi 3 anni, questo importante risultato che va ad integrare quanto fu iniziato nel lontano 1997. 

http://www.ansa.it/canale_terraegusto/notizie/istituzioni/2017/10/16/manovra-agricoltura-bonus-per-terrazzi-e-giardini_d70036e4-3ed9-4c20-b573-5479ec1518cb.html 

http://www.lastampa.it/2017/10/16/economia/gentiloni-sar-manovra-snella-non-lacrime-e-sangue-b9UAbQ33vpgk3Z5C0TNikL/pagina.html

http://www.iltempo.it/economia/2017/10/16/news/meno-contributi-per-assumere-i-giovani-e-arriva-il-bonus-giardino-ecco-la-manovra-del-governo-1036500/

http://www.lanazione.it/pistoia/cronaca/arriva-il-bonus-verde-si-potranno-detrarre-le-spese-per-sistemare-giardini-e-terrazzi-1.3468874

http://www.ilsole24ore.com/art/notizie/2017-10-16/legge-bilancio-2018-oggi-via-libera-governo-102831.shtml?uuid=AEi2RMoC&refresh_ce=1

 http://www.corriere.it/economia/leconomia/17_ottobre_16/approvata-legge-bilancio-4a118122-b25b-11e7-bf11-34734fa10ad5.shtml

http://www.winenews.it/i-capolavori-dell-agroalimentare-d-italia/46325/il-bonus-verde-nella-legge-di-bilancio-via-alle-detrazioni-dallirpef-del-36-per-la-cura-del-verde-privato-dalle-terrazze-ai-giardini-condominiali-cos-si-combatte-lo-smog-nelle-citt-italiane-dove-gli-spazi-verdi-sono-sempre-pi-ridotti

 http://www.pmi.it/impresa/normativa/approfondimenti/166206/legge-di-bilancio-2018-lavoro-imprese-pensioni.html

 https://secolo-trentino.com/ambiente/contro-lo-smog-arriva-lecobonus-con-detrazioni-fino-al-36/

 http://www.tgcom24.mediaset.it/economia/arriva-la-manovra-da-20-4-mld-lotta-a-poverta-e-incentivi-per-investimenti_3100970-201702a.shtml

http://www.ecodibergamo.it/stories/bergamo-citta/ok-alla-manovra-arriva-il-bonus-verdedetrazioni-del-36-per-cura-dei-giardini_1258084_11/

http://www.lecconotizie.com/attualita/arriva-il-bonus-verde-detrazioni-per-la-cura-del-verde-privato-412572/

http://www.regioni.it/newsletter/n-3250/del-16-10-2017/legge-di-bilancio-via-libera-dal-consiglio-dei-ministri-17205/

 http://www.easynewsweb.com/dl-fisco-susta-vinta-battaglia-su-bonus-fiscale-per-verde-privato/

 http://mobile.ilsole24ore.com/solemobile/main/art/notizie/2017-10-17/terrazzi-e-balconi-ecco-tutti-sconti-bonus-verde-121337.shtml?uuid=AEp3XlpC

 http://www.quotidianodelcondominio.it/il-quotidiano-del-condominio/attualita/nuova-legge-di-bilancio--manovra-snella--soprattutto-per-il-comparto-casa/info_inserzione.html

 http://www.quotidianocondominio.ilsole24ore.com/art/il-condominio/2017-10-18/terrazzi-e-giardini-ecco-tutti-sconti-bonus-verde-174453.php?uuid=AEIJjDrC




AMMINISTRATORI DI CONDOMINIO: QUANTI ESAMI CI CHIEDE IL MINISTRO - LA PROVINCIA - 09.10.2017

SCARICA IL FILE ALLEGATO



"SISMA BONUS" A VERONA L'ELOGIO DI ANCE E DEGLI ORDINI PROFESSIONALI Corriere della Sera ed. Verona 14.9.17 - Considerate le statistiche bene pubblicizzare i "Sisma Bonus"

SCARICA IL FILE ALLEGATO


ANDIAMO A TEATRO...HOMO CONDOMINI LUPUS - L'ASSEMBLEA STRAORDINARIA PIU' PAZZA DEL MONDO...Anaci Brescia - Teatro Santa Giulia - Brescia - 29 Settembre 2017 ore 20,00

SCARICA IL FILE ALLEGATO



COSTRUIRE E AMMINISTRARE IMMOBILI IN ITALIA: FACCIAMO PARTECIPARE (ANCHE ECONOMICAMENTE) POLITICI E GOVERNANTI! - OGGI - 06.09.2016

SCARICA IL FILE ALLEGATO



SISMA/1. DISSESTO ITALIANO CHI CI GOVERNO' PAGHI I DANNI - LA PROVINCIA 29.08.2016

SCARICA IL FILE ALLEGATO


TERREMOTO/1 SANZIONARE CHI NON HA AGITO PER EVITARE IL DISASTRO - GIORNALE DI BRESCIA 29.08.2016

SCARICA IL FILE ALLEGATO





IL CROLLO DI NAPOLI - LA SOLUZIONE? IL LIBRETTO DEL FABBRICATO - GIORNALE DI BRESCIA 19.07.2014

SCARICA IL FILE ALLEGATO


DOPO IL CROLLO DI NAPOLI- INTRODURRE SUBITO IL LIBRETTO DEL FABBRICATO - IL GIORNALE 16.07.2014

SCARICA IL FILE ALLEGATO



RIFORMA DEL CONDOMINIO LA LEGGE CREA MALUMORI E AUMENTA LA LITIGIOSITA' - IL GIORNALE 29.01.2014

SCARICA IL FILE ALLEGATO